Dedurre i costi dell’home office dalle tasse

A causa del passaggio dall’ufficio all’home office, molti impiegati hanno dovuto allestire uno spazio di lavoro a casa. I costi dell’infrastruttura per fornire l’home office possono essere dedotti sulla vostra dichiarazione dei redditi se sono soddisfatte certe condizioni. Imparate tutto sulle detrazioni fiscali per l’home office.

Deduzioni fiscali per l’home office

Oltre alle mascherine obbligatorie e ai divieti per i grandi eventi, l’obbligo di home office è una delle tante misure adottate per combattere il coronavirus. Invece di lavorare in ufficio, molte persone ora lavorano da casa. Questo ha anche un impatto sui costi associati al lavoro. Anche se il pendolarismo al lavoro è stato eliminato, è stato invece necessario creare dei locali di lavoro. Inoltre, i pasti della mensa sono stati sostituiti da pasti fatti in casa. Cosa significano questi cambiamenti per la dichiarazione dei redditi?

Rivendicare una quota dell’affitto

A certe condizioni, le spese di affitto di una stanza usata come ufficio domestico possono essere dedotte dalle tasse. Tuttavia, ci sono alcuni requisiti che devono essere soddisfatti per poterlo fare. Le detrazioni possono essere richieste solo se una parte sostanziale del lavoro viene svolto da casa. Una parte sostanziale è considerata come almeno il 40% di un carico di lavoro a tempo pieno. Chiunque lavori a tempo pieno e lo faccia da casa almeno due giorni alla settimana soddisfa così il primo requisito per dichiarare le spese di affitto di uno studio nella dichiarazione dei redditi. Tuttavia, questo si applica solo se il datore di lavoro non fornisce già spazi di lavoro utilizzabili. A proposito: le spese per i pasti nell’home office non sono deducibili. 

Uso esclusivo come studio di lavoro

Affinché le spese di affitto possano essere rivendicate su base proporzionale, la stanza utilizzata deve servire esclusivamente come studio di lavoro. Chi lavora in salotto o in camera da letto, per esempio, non ha diritto a una detrazione. Il criterio dell’uso esclusivo dell’ufficio è rigoroso. Anche se c’è un divano letto nella stessa stanza, la deducibilità non è più data. Inoltre, si richiede che i costi di infrastruttura sostenuti non siano rimborsati dal datore di lavoro. Come vengono calcolati esattamente i costi della franchigia varia da cantone a cantone. È quindi meglio che gli interessati contattino l’ufficio fiscale cantonale per informazioni sui regolamenti applicabili.

Nessuna somma forfettaria per le spese professionali possibile

C’è una fregatura. Se decidete di dedurre i costi dell’home office dalle vostre tasse, non potete anche richiedere una somma forfettaria per le spese professionali. Le spese di viaggio, come l’abbonamento alle FFS o la benzina, così come le spese aggiuntive per i pasti fuori casa non possono essere dedotte ulteriormente. Gli interessati devono quindi fare una scelta per quanto riguarda le detrazioni fiscali per l’home office: o possono richiedere le spese di affitto proporzionali o le indennità forfettarie per le spese professionali.

Fonte: https://www.20min.ch/story/kann-ich-homeoffice-kosten-von-den-steuern-abziehen-791407783471

Findea vi aiuta a gestire le vostre tasse in modo semplice e senza problemi.


I commenti sono chiusi.

Nuovo commento